ECOBONUS

ECOBONUS
DETRAZIONE FISCALE DEL 65%, UNA GRANDE OPPORTUNITA’ !
Il DL n.63 del 04/06/13, Aumenta la detrazione fiscale  al 65% sulle spese sostenute per la sostituzione dei vecchi serramenti con nuovi a risparmio energetico certificati. La condizione indispensabile per fruire della detrazione è che gli interventi siano eseguiti sull’unità immobiliare e su edifici residenziali esistenti.

L’intervento riguarda le finestre comprensive d’infissi, delimitanti il volume riscaldato, verso l’esterno o verso vani non riscaldati, che rispettano i requisiti di trasmittanza utile ”U” (dispersione di calore), espressa in W/m2K, evidenziati nella tabella, la quale in relazione delle singole zone climatiche indica la trasmittanza delle finestre.

Il termine per usufruire del bonus fiscale scade il 31/12/2016 ( LEGGE DI STABILITA’ 2016 ).

Le spese documentate entro tale data, verranno detratte dall’ imposta lorda (Irpef) per una quota pari al 65% , ripartita in 10 rate annuali di pari importo.

 Ecobonus 65%

CHI PUO’ USUFRUIRNE ?

Possono usufruire della detrazione tutti i contribuenti residenti e non residenti, anche se titolari di reddito d’impresa, che possiedono, a qualsiasi titolo, l’immobile oggetto di intervento.

In particolare, sono ammessi all’agevolazione:

Tra le persone fisiche possono fruire dell’agevolazione anche:

ATTENZIONE

In caso di variazione della titolarità dell’immobile durante il periodo di godimento dell’agevolazione, le quote di detrazione residue (non utilizzate) potranno essere fruite dal nuovo titolare, salvo diverso accordo delle parti da indicare nell’atto di trasferimento. Questo vale per i trasferimenti a titolo oneroso o gratuito della proprietà del fabbricato o di un diritto reale sullo stesso. Invece, il beneficio rimane sempre in capo al conduttore o al comodatario qualora dovesse cessare il contratto dilocazione o comodato. Infine, in caso di decesso dell’avente diritto, la fruizione del beneficio fiscale si trasmette, per intero, esclusivamenteall’erede che conservi la detenzione materiale e diretta del bene.

I DOCUMENTI DA CONSERVARE

Per poter fruire del beneficio fiscale è necessario conservare ed esibire all’Amministrazione finanziaria, ove ne faccia richiesta, la documentazione relativa agli interventi realizzati.

In particolare, va conservato:

  1.  il certificato di asseverazione redatto da un tecnico abilitato;
  2.  la ricevuta di invio tramite internet o la ricevuta della raccomandata postale all’Enea;
  3.  le fatture o le ricevute fiscali comprovanti le spese effettivamente sostenute per la realizzazione degli interventi;
  4.  per i contribuenti non titolari di reddito d’impresa, la ricevuta del bonifico bancario o postale attraverso cui è stato effettuato il pagamento.

Nel caso in cui gli interventi siano stati effettuati su parti comuni di edifici devono essere conservate ed eventualmente esibite anche la copia della delibera assembleare e quella della tabella millesimale di ripartizione delle spese.

VAI AL DOCUMENTO

Artinfissi srl | Via Gabrielli 77 | 63074 San Benedetto del Tronto (AP) | P.Iva 01458330444

Artinfissi srl © 2017 by Chiaromonte.eu